Progetto europeo imPURE: iniziata la progettazione della piattaforma per la gestione della supply chain

Sono iniziate le attività del progetto di ricerca europeo imPURE che ha ricevuto un contributo di circa 5,8 milioni di Euro dalla Commissione Europea per fronteggiare le problematiche emerse con il dilagare della pandemia da Covid-19 relativamente alla difficoltà di approvvigionamento di dispositivi medici.

Si tratta di uno dei 23 progetti selezionati e finanziati nell’ambito del programma UE Horizon 2020. Distrettobiomedicale.it è una delle sei realtà italiane che partecipano al progetto.

Al fine di superare possibili gravi carenze di forniture essenziali di dispositivi medici in caso di futura pandemia, verrà creata una “supply chain task force” per identificare, certificare, reperire e allocare forniture essenziali di materie prime necessarie per la produzione di dispositivi selezionati. Si sta già lavorando alla creazione di una piattaforma che, partendo dalle esigenze specifiche di ospedali e operatori sanitari, attiverà un meccanismo di richiesta just in time ai produttori e a tutta la catena di approvvigionamento. I fornitori verranno classificati attraverso criteri misurabili e lo stato di attività verrà tracciato in tempo reale.

Il team di distrettobiomedicale.it è impegnato nell’implementazione della catena di fornitura e nell’attività di networking a livello nazionale ed europeo.

𝗟𝗲 𝗮𝘇𝗶𝗲𝗻𝗱𝗲 𝗶𝗻𝗻𝗼𝘃𝗮𝘁𝗶𝘃𝗲 𝗶𝗻𝘁𝗲𝗿𝗲𝘀𝘀𝗮𝘁𝗲 𝗮 𝗿𝗶𝗰𝗲𝘃𝗲𝗿𝗲 𝘂𝗹𝘁𝗲𝗿𝗶𝗼𝗿𝗶 𝗶𝗻𝗳𝗼𝗿𝗺𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝘀𝘂𝗹 𝗽𝗿𝗼𝗴𝗲𝘁𝘁𝗼 𝗽𝗼𝘀𝘀𝗼𝗻𝗼 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗮𝘁𝘁𝗮𝗿𝗰𝗶 𝘀𝗰𝗿𝗶𝘃𝗲𝗻𝗱𝗼 𝗮 project@distrettobiomedicale.it